Regione Toscana

Sequestro di merce contraffatta sulla spiaggia scarlinese

Pubblicato il 19 luglio 2019 • Commercio

Francesca Travison, sindaco di Scarlino: «La Polizia municipale sta continuando a lavorare costantemente per contrastare il fenomeno dell’abusivismo»

Scarpe e borse contraffatte: gli agenti della Polizia municipale di Scarlino nel pomeriggio di giovedì 18 luglio hanno messo in atto il sequestro di accessori venduti irregolarmente sulla spiaggia al confine con il territorio follonichese. Una nuova azione che va ad aggiungersi alle altre operazioni portate avanti nei giorni scorsi: gli agenti del Comando scarlinese sono infatti impegnati nel controllo costante del litorale di Scarlino, controllo volto a contrastare un fenomeno che sta aumentando anno dopo anno, il commercio abusivo appunto, spesso anche di articoli di marche contraffatte. Gli agenti della Municipale nello stesso pomeriggio di giovedì hanno sequestrato altri oggetti – racchette, ombrelloni e altri articoli da spiaggia – a Cala Violina. «Ringrazio le donne e gli uomini della Polizia municipale di Scarlino – dice il sindaco Francesca Travison – che ogni giorno sono presenti sulle nostre spiagge per contrastare l’abusivismo. Siamo coscienti che non possiamo bloccare un fenomeno di tale portata ma siamo anche convinti che vigilare costantemente il litorale sia un deterrente importante nei confronti di chi pratica il commercio illegale».